Il Punto sui mercati - Bianzino Consulente Finanziario a Vicenza

Consulente Finanziario a Vicenza
Consulente Finanziario a Vicenza
Alessio Maria Bianzino
Vai ai contenuti

Fed e Bce sostengono mercati e oro

Bianzino Consulente Finanziario a Vicenza
Pubblicato da in mercati · 20 Giugno 2019
Tags: fedbceoroargentomercatiazionari
Un doveroso aggiornamento dopo il bel recupero dei mercati azionari in questa prima metà dell’anno che hanno di fatto recuperato quasi il brutto fine anno 2018.
 
 
Dopo la riunione della Fed di ieri sera, la banca centrale americana, il quadro economico previsto a gennaio è stato confermato anche per il futuro.
 
All’inizio dell’anno si è realizzata la convinzione che lo storno dei mercati azionari e obbligazionari era stato un momento di passaggio che poco si conciliava con le prospettive economiche e le incertezze dovute alla potenziale guerra commerciale Usa-Cina.  Le Banche Centrali infatti, Fed e BCE, avevano cominciato a cambiare la comunicazione con il mercato avvisando che il rialzo dei tassi non era più così imminente perché potenziali “incidenti” di percorso avrebbero fatto rallentare le economie (vedi Trump, dazi, brexit elezioni europee ed anche rischio debito Italia).
 
Anche se il mese di maggio ha dato luogo a brevi consolidamenti, più dovuti a reazioni emotive degli investitori di breve,  con la riunione di ieri sera della Fed e il discorso di Draghi pochi giorni fa, si è compreso che le Banche Centrali proseguiranno ad aiutare il mercato azionario soprattutto comprimendo ancor di più i tassi delle obbligazioni in modo che non si verifichino shock violenti sui mercati come nei mesi tra ottobre e dicembre 2018.
 
Anzi si paventa un eventuale abbassamento dei tassi e un nuovo programma di QE per stimolare la ripresa e anche l’inflazione. Questo ha fatto risvegliare in queste ultime ore l’oro che ha appunto fra le sue funzioni ha  quella di “assicurazione “ del portafoglio.  Eventuali piccoli consolidamenti dei mercati rappresenteranno una occasione di entrata per chi al momento era più timoroso.
 
 
Vi riporto alcune considerazioni di Matteo Ghilotti il gestore del nuovo fondo azionario europeo flessibile che sta partendo in questi giorni:
 
“ …i dati macro continuano ad essere deboli (produzione industriale tedesca -2,3% e nuovi posti di lavoro Usa 75k contro la media degli ultimi mesi oltre i 200k)….”
 
“…dopo le parole di Draghi ora anche l’obbligazione decennale francese e austriaca si è unita al caso del bund tedesco e della svizzera ad avere rendimenti negativi sulle lunghe scadenze…”
 
“…la prospettiva di avere rendimenti ancor più bassi scatenerà gli acquisti su titoli azionari ad alto dividendo di società europee solide..”.

Bookmark and Share

Alessio Maria Bianzino Consulente Finanziario P.Iva 04071650248 Corso Palladio 147 Vicenza 36100
Torna ai contenuti